Blogzine

Rimborso del 100% per acquisto di DPI: Invitalia lancia il nuovo bando Impresa SIcura

E’ stato pubblicato lo scorso 1 maggio il nuovo bando Impresa SIcura promosso da Invitialia, che rende disponibili 50 milioni di euro per le imprese per l’acquisto di mascherine, guanti ed altri dispositivi di protezione individuale.

Il bando da la possibilità alle imprese di ottenere un rimborso pari al 100% delle spese sostenute per l’acquisto di DPI finalizzati al contenimento dell’emergenza Covid-19.

Sarà consentito l’accesso al bando da parte delle aziende ubicate sull’intero territorio nazionale, indipendentemente dalla propria dimensione, dalla forma giuridica e dal comparto di attività.

Nello specifico sarà possibile richiedere il rimborso delle spese per l’acquisto di:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovrascarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

 

Saranno ammesse a contributo le spese sostenute dalle imprese successivamente al 17 marzo 2020 e fino alla data di presentazione della domanda. Le spese sostenute, o da sostenere, dovranno avere un importo complessivo minimo di 500 euro, ed un massimale che sarà pari a 500 euro per ogni singolo addetto.

A partire dal prossimo 11 maggio 2020 e fino al 18 maggio 2020, le aziende potranno presentare domanda di prenotazione delle risorse. Successivamente Invitalia pubblicherà l’elenco delle imprese beneficiare di questa misura, che sarà stabilito solo in base all’ordine cronologico di presentazione. Le imprese che risulteranno in posizione utile per ottenere il contributo saranno tenute a presentare la domanda di rimborso, corredata della documentazione necessaria a partire dal 26 maggio 2020 fino al termine ultimo dell’11 giugno 2020.

Invitalia prevede di procedere all’erogazione dei contributi spettanti entro la fine del mese di giugno.